Tutela della Privacy: arriva il cambiamento! (premessa)

, , Commenti disabilitati su Tutela della Privacy: arriva il cambiamento! (premessa)

Condividi

Il 25 gennaio 2016, la Commissione Europea ha presentato ufficialmente il cosiddetto “pacchetto protezione dati”, con lo scopo di garantire un quadro giuridico coerente ed un sistema armonizzato, in materia di protezione dati, nei Paesi dell’Unione.

Il 5 maggio 2016 è entrata in vigore ufficialmente la Direttiva, mentre il 24 maggio 2016 è entrato ufficialmente in vigore il Regolamento che diventerà definitivamente applicabile, in via diretta in tutti i paesi dell’Unione, a partire dal 25 maggio 2018.

Il Regolamento 670/2016 (GDPR) è valido in tutti i paesi dell’Unione e rispetta i diritti fondamentali, osservando le libertà e i Principi riconosciuti dalla Carta, sanciti dai Trattati, in particolare il rispetto della vita privata e familiare, del domicilio e delle comunicazioni, la protezione dei dati personali, la libertà di pensiero, di coscienza e di religione, la libertà di espressione e di informazione, la libertà di impresa, il diritto a un ricorso effettivo a un giudice imparziale, nonché la diversità culturale, religiosa e linguistica.

Inoltre, stabilisce nuovi diritti sul trattamento dei dati personali ed introduce nuove regole organizzative per il corretto trattamento dei dati personali fornendo, in tal modo, alla protezione dei dati in Europa, una cornice più moderna basata sul concetto di responsabilità.

Viene, dunque, introdotto il principio dell’applicazione del diritto dell’Unione europea anche ai trattamenti di dati personali non svolti nell’UE, se relativi all’offerta di beni o servizi a cittadini UE o tali da comportare il monitoraggio dei loro comportamenti.

Ovviamente questo rappresenta una rilevante novità rispetto alla regola precedente in base alla quale la normativa applicabile è quella del luogo in cui ha sede il Titolare del trattamento. Social Network, piattaforme web e motori di ricerca saranno alla normativa europea anche se gestire da società con sede fuori dall’Unione Europea.

Le norme interesseranno tutti quei soggetti che sono chiamati a trattare in maniera automatizzata o meno con i dati personali.

RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi